Decisa dal Consiglio dei ministri la Fusione Fs-Anas

0
130

Decisa ieri dal Consiglio dei ministri l’incorporazione di Anas in Ferrovie. Lo prevede una norma del decreto che accompagnerà la manovra da 3,4 miliardi di euro ancora in lavorazione fra Palazzo Chigi e Tesoro.

E’ prevalsa la linea del ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, che spiana la strada al matrimonio tra Ferrovie dello Stato e Anas, l’agenzia stradale pubblica.

Secondo Delrio, lo studio di fattibilità sulla fusione ha dato risultati positivi:

“Ci pare che le risultanze siano positive”, aveva affermato Delrio a margine di un evento a Berlino del 20 settembre 2016 in merito al percorso di fusione tra Fs e Anas, sottolineando ancora una volta che a suo avviso “la rete non va privatizzata in nessun modo”.

“Credo che ci sia un settore già a mercato che sta producendo buoni utili e sta dando buona prova di sé ed è già in pronto per essere in parte consegnato a investitori di mercato”, ha ribadito il titolare delle Infrastrutture. “La rete va mantenuta totalmente pubblica”, aveva detto.

Secondo il governo l’integrazione fra strade e binari garantirà fino a 7,2 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati, con un fatturato di 10 miliardi di euro e 75mila dipendenti.