ECCO PERCHÈ L’ISTAT….

    0
    181

    Quella che segue è una lettera significativa ed emblematica, indirizzata al bullo di Rignano e alle sue dame di corte, nel marzo 2014, quando fu nominato alla Presidenza dell’ISTAT, tale Giorgio Alleva, attuale presidente in carica.
    Dopo i dati diffusi a man bassa, che allietano il cazzaro di Rignano, Mappazzella e Gentiloni, ritengo che tale lettera sia da spulciare con attenzione.
    Ho estrapolato i passaggi che ritengo più utili.
    Io non sono un economista, ma a quanto pare, parecchi economisti hanno posto un dubbio su tale nomina, e la risposta ancora deve arrivare…,
    in questi giorni si comprende il perché.
    .

    Giorgio Alleva
    .
    LETTERA APERTA – (pubblicata su “lavoce.info”)
    Al Presidente del Consiglio Matteo Renzi
    Al Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione Maria Anna Madia
    Al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini
    “….il candidato scelto, il Prof. Giorgio Alleva, ordinario di Statistica all’Università di Roma La Sapienza, presenta un curriculum estremamente modesto, sia in assoluto che in comparazione con molti degli altri candidati. In una lista di 97 lavori se ne trova soltanto uno pubblicato su una rivista scientifica di qualche rilievo, peraltro il Journal of the Italian Statistical Society (Pubblicazione n. 61, corsivo aggiunto).
    …In primo luogo, quali sono i criteri che hanno guidato la scelta del Presidente dell’Istat? E’ possibile che il Prof. Alleva prevalga secondo alcuni di essi in misura tale da compensare un curriculum scientifico che, sia in assoluto che a paragone di quello di altri candidati, è decisamente modesto?
    …Si rende conto il Governo dell’effetto che fatti del genere hanno sulla reputazione del nostro Paese nella comunità scientifica internazionale, sulla cosiddetta fuga dei cervelli nel settore della ricerca? Molti giovani studiosi penseranno che se questa è la considerazione che la ricerca in Economia e Statistica ha nel nostro Paese, meglio approfittare delle occasioni che si presentano per andarsene o per non tornare.
    …Purtroppo solo perché ci dà l’occasione di segnalare all’opinione pubblica un caso in cui il merito e la competenza, di cui oggi tutti amano parlare, sono gli ultimi tra i motivi usati per decidere di una nomina di rilievo nella Pubblica Amministrazione.
    FIRMATO
    Luca Anderlini – Georgetown University, USA
    Tito Boeri – Università Bocconi, Milano
    Andrea Boitani – Università Cattolica, Milano
    Michele Boldrin – Washington University in St. Louis, USA
    Agar Brugiavini – Università Cà Foscari di Venezia
    Giorgio Calzolari – Università di Firenze
    Daniele Checchi – Università di Milano
    Francesca Chiaromonte – Penn State University, USA
    Valentino Dardanoni – Università di Palermo
    Daniela Del Boca – Universita di Torino
    Stefano Fachin – Università di Roma “La Sapienza”
    Carlo Favero – Università Bocconi, Milano
    Mario Forni – Università di Modena e Reggio Emilia
    Arnoldo Frigessi – University of Oslo, Norvegia
    Marzio Galeotti – Università degli studi di Milano
    Pietro Garibaldi – Collegio Carlo Alberto, Università di Torino
    Raffaella Giacomini – University College London, UK
    Domenico Giannone – LUISS ed Einaudi Institute for Economics and Finance (EIEF), Roma
    Luigi Guiso – EIEF, Roma
    Andrea Ichino – European University Institute, Firenze
    Tullio Jappelli – Università di Napoli Federico II
    Francesco Lippi – Università di Sassari ed EIEF, Roma
    Marco Lippi – EIEF, Roma
    Massimiliano Marcellino – Università Bocconi, Milano
    Salvatore Modica – Università di Palermo
    Tommaso Nannicini – Università Bocconi, Milano
    Cheti Nicoletti – University of York, UK
    Marco Pagano – Università di Napoli Federico II ed EIEF
    Fausto Panunzi – Università Bocconi, Milano
    Michele Pellizzari – Università di Ginevra
    Franco Peracchi – Università di Roma Tor Vergata ed EIEF
    Nicola Giuseppe Persico – Northwestern University
    Michele Polo – Università Bocconi, Milano
    Paola Potestio – Università di Roma 3
    Tommaso Proietti – Università di Roma Tor Vergata
    Riccardo Puglisi – Università di Pavia
    Lucrezia Reichlin – London Business School, UK
    Enrico Rettore – Università di Padova
    Cesare Robotti – Imperial College London, UK
    Neri Salvadori – Università di Pisa
    Paola Sapienza – Northwestern University, USA
    Fabiano Schivardi – LUISS ed EIEF, Roma
    Giancarlo Spagnolo – Stockholm School of Economics, Svezia, e EIEF
    Daniele Terlizzese – EIEF, Roma
    Paolo Zaffaroni – Imperial College, UK
    Luigi Zingales – University of Chicago, USA

    QUELLO CON LA CARTELLINA SOTTO IL BRACCIO, È LUI…

    FONTE : vociestere – Le notizie del Web
    Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte