#MAIE e #PD d’#Australia pochi contenuti e solo brama di potere! Zio sono alla frutta!

Il MAIE e il PD d'Australia partono in quinta! Destinazione? La conquista, in tutti i modi, dell'unico seggio della circoscrizione Africa, Asia, Oceania e Antartide. E addirittura il MAIE, in queste settimane, ha cercato di scalare gruppi Facebook e neonate Associazioni giovanili in Melbourne, intestandosi il merito per la raccolta di donazioni pari a 1,525$AUD e rinfacciandola a seguito del rifiuto, dell'Associazione stessa, di operare sotto la gestione MAIE.

1
852

Torno a scrivere un articolo che riguarda i #partiti #tradizionali e la mia circoscrizione, Africa, Asia, Oceania e Antartide (#AAOA), con sentori, profumi e ricordi che partono da settimane prima del Febbraio 2013 e che mi dicono che di acqua sotto i ponti ne è passata veramente assai, e allo stesso tempo all’interno del Movimento 5 Stelle (#M5S) molte cose sono evolute in meglio, siamo tutti più tonici, preparati, più noti e determinati che mai, sempre e solo per rimettere in carreggiata il paese avendo come modus operandi onestà (quella vera non a chiacchiere) e competenza.

Alle prossime elezioni nazionali si presenteranno nell’AAOA ancora una volta partiti vecchi, facce vecchie e metodi stravecchi. Quei partiti che hanno distrutto il nostro paese, riducendo il nostro popolo sul lastrico e all’elemosina, in primis ai partiti stessi! Ovviamente con la nuova immigrazione, soprattutto in Australia, si sono affacciati al nuovo mondo decine di migliaia di giovani che sono divenuti il target dei partiti tradizionali come PD, MAIE e Forza Italia (morto che parla), alla ricerca affannata del candidato giovane e giusto, ma che non rompesse nemmeno troppo le uova nel loro paniere. Perché la loro è tutta una facciata, il loro vero e unico interesse è prendere il vostro voto, mantenere il potere e fare quello che a loro serve per mantenere la loro posizione di controllo. Tutti i partiti cercano in qualche modo di conquistare e di attrarre giovani con vecchi metodi, donazioni, promesse, locations, poltrone e poltroncine.

In questi giorni è balzato all’onere della cronaca, della mia personale e quotidiana cronaca, la mossa messa in piedi dal #MAIE in Australia che alle elezioni del 2013 non era nemmeno presente. Inaugurano in pompa magna Casa Italia a Melbourne, e che cosa hanno cercato di fare per accaparrarsi voti giovani? Ecco la loro strategia in due punti:

1) Hanno martellato sulla loro Page di Facebook l’importanza di iscriversi all’AIRE. Importanza che esiste per molteplici motivi che non si limitano al diritto di voto, ma ci si iscrive anche per ben altro. Il MAIE ha martellato come segue.

Punto 2 il voto! #polli ovvio che loro vi informano per il voto, non certo per tutte le altre motivazioni in testa al legislatore! A chi la vogliono raccontare?! Chi prendono in giro?!

2) Individuano su Facebook un gruppo che si chiama Uniti in Australia 10.000 e passa ragazzi che ne fanno parte e ora anche con relativa Associazione al seguito qui: https://www.unitiinaustralia.com/ Vincenzo de Paolis è l’autore di tutto questo. Ora lo deridono e lo chiamano “il lava pavimenti” ma stiamo scherzando?!

Vincenzo ha sviluppato il gruppo che gli è stato passato di mano anni fa. Era piccolo, erano in pochi e oggi sono 10,000 e hanno pure fondato un Associazione. Aiutano giovani e meno giovani che arrivano in Australia e chiedono lumi sui visto, dove sbattere la testa per una casa/stanza etc etc un lavoro in farm, un posto di lavoro in città. E loro cosa fanno invece, cercano di scalarlo e poi si intestano il merito per la raccolta di donazioni di 1,525$AUD, viene attaccato perché ha rifiutato di rappresentare il MAIE e mettere a disposizione la platea che lui e il suo gruppo hanno creato.

Ma non si vergognano queste persone a mettere in piedi strategie da livelli di scuola elementare? Sarebbero queste le persone che poi con il MAIE vogliono candidarsi al Parlamento Italiano? Ma c’è veramente qualcuno disposto a votare persone o invitare a votare.

Vi invito a leggere la pochezza di questo post che è stato fatto per attaccare un giovane che chiaramente all’inizio dell’avventura Uniti in Australia, mai e poi mai avrebbe pensato di trovarsi davanti a cotanta pochezza e arrivismo.

Signori questi partiti sono alla frutta! Non sanno più a che santi votarsi e come attrarre i giovani. Ve lo dice Bassalti come si fa:

  1. evitate quando siete al potere, visto che ci siete stati, di farvi indagare per le più diverse ragioni;
  2. evitate di fare leggi che sono istantiste, non guardano il futuro e premiano solo voi per prendere voti, PD saldatelo nella mente;
  3. evitate di pensare che i voti sono merce di scambio, perché potete stare certi che prima o poi cambia il vento e non vi sarà mai più permesso di ragionare in questi termini;
  4. evitate di fare politica per sistemarvi, sistemare amici e parenti; il nepotismo è morto
  5. bastano e avanzano quattro punti!

Siamo all’assurdo praticamente persone vecchie, metodi vecchi cercano di scalare i lavori fatti da noi giovani e mi ci metto dentro pure io che comunque ho fatto una cosa molto simile a quello che ha fatto Vincenzo de Paolis. Addirittura lo scherniscono chiamandolo il “lava pavimenti” in maniera dispregiativa. Questi politici oltre a rovinare la vita ai giovani pure li prendono in giro, il ministro Poletti docet vero? Siete senza vergogna!

PS: Ovviamente lo zio è quello d’Australia!