Milena Gabanelli è fuori dalla Rai

0
132

Con offerte al di sotto del suo valore i dirigenti dell’azienda pubblica l’hanno indotta a lasciare. In questo esito c’è tutta la contraddizione di un’azienda di Stato da sempre considerata come cosa propria dai partiti e dai governi.

Chi comanda in Rai è al servizio dei capi dei partiti. Per questo vengono premiati giornalisti e autori compiacenti e messe ai margini le personalità indipendenti.

Milena Gabanelli è una giornalista libera al servizio dei cittadini, per decenni ha salvato l’onore dell’informazione pubblica. Le volevano offrire uno strapuntino, ha fatto bene a rifiutare. Lei merita un incarico di alta responsabilità.

Se decidessero i veri azionisti della Rai, cioè gli abbonati, sarebbe una candidata competitiva al ruolo di direttore generale. Mi auguro che il governo che uscirà dalle prossime elezioni, in radicale discontinuità con il passato, la nomini a quel ruolo.